"Ora basta tv e giornali": le sardine danno appuntamento a Scampia

Lorenzo Santucci

“Non siamo nati per stare sul palcoscenico, ci siamo saliti perché era giusto farlo. Ma ora è tempo di tornare a prendere contatto con la realtà e ristabilire le priorità, innanzitutto personali”. Una volta chiuse le urne, le sardine tornano a parlare attraverso la loro pagina Facebook.

“Se avessimo voluto fare carriera politica l’avremmo già fatto”, si legge nel post. “E invece, prima di tutto, desideriamo tornare ad essere noi stessi, elettori e cittadini, parenti e amici. Per questo motivo non ci vedrete in TV o sui giornali. La nostra responsabilità è pari a quella che si è assunta ogni persona che oggi si è infilata il cappotto ed è andata a fare una croce da protagonista”.

Poi annunciano che è giunto il momento di compiere un passo in avanti nel loro percorso di crescita e rilanciano l’evento di Scampia, dove si terrà l’evento nazionale a fine marzo.

″È tempo di far calare il sipario e lavorare dietro le quinte per preparare un nuovo spettacolo con tutti voi che vorrete continuare a non essere uno spettatore qualunque. Fino ad oggi siamo stati una bella favola. Ora chiudiamo il libro e sporchiamoci le mani. Qualsiasi cosa succeda. Ci vediamo a Scampia”.

Continua a leggere su HuffPost