"Ora governo introduca obbligo vaccinale": la richiesta dell'assessore per sconfiggere il Covid

·1 minuto per la lettura

La campagna vaccinale conto il Covid-19 prosegue spedita in tutta Italia, con numeri positivi e nuove prenotazioni per la prima dose che crescono di giorno in giorno. La recente introduzione della vaccinazione anche per i minori, con l'estensione ai bambini dai 5 agli 11 anni, lascia ben sperare per il prosieguo delle somministrazioni.

Il governo studia nuove mosse per arginare quanto più possibile i nuovi contagi, come il Super Green pass, ma secondo le recenti stime del Ministero della Salute il Paese si trova in una fase epidemica acuta. Cosa fare dunque per tenere sotto controllo i nuovi casi? La soluzione, secondo gli esperti, potrebbe essere solo una: l'obbligo vaccinale.

Con la variante Omicron che sta prendendo sempre più piede in Italia e il numero dei non vaccinati ricoverati in ospedali per Covid in crescita, anche l'assessore alla Sanità della Regione Lazio ha lanciato un monito all'esecutivo affinché la misura dell'obbligo del vaccino venga introdotta quanto prima.

LEGGI ANCHE - Rasi: "Italia verso zona arancione"

Nel corso di un'intervista rilasciata a Il Messaggero Alessio D'Amato ha infatti avanzato una richiesta chiara al governo Draghi e al ministro della Salute Roberto Speranza: "Il governo deve introdurre l’obbligo vaccinale. Faccio l’esempio del Lazio, dove ci sono ancora 400mila persone non vaccinate. Potranno sembrare poche rispetto a una popolazione di quasi 6 milioni. Ma in termini assoluti è un numero altissimo, che mette a rischio gli altri abitanti".

"Abbiamo fatto di tutto per convincerli e ormai l’unico modo per sradicare questo zoccolo duro è l’obbligo vaccinale. Per questo chiedo all’esecutivo di introdurlo su tutto il territorio nazionale" ha spiegato D'Amato.

LEGGI ANCHE - Omicron spaventa anche l'Italia, governo pensa a stretta di Natale

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli