Orban dice no a embargo gas e petrolio russo: è una linea rossa

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 6 mag. (askanews) – Viktor Orban dice no all’embargo su gas e petrolio russo. Il premier ungherese lo ha ribadito in un’intervista: Bruxelles ha oltrepassato “una linea rossa” volendo vietare le importazioni di petrolio russo e “minato” l’unità europea mostrata dall’inizio della guerra in Ucraina.

“C’è un problema, la presidente della Commissione (Ursula von der Leyen), volontariamente o meno, ha minato l’unità europea che è stato molto difficile da stabilire”, ha dichiarato Orban

“Ho detto sì ai primi cinque pacchetti di sanzioni, ma abbiamo chiarito fin dall’inizio che ci sarebbe stata una linea rossa, che non avremmo potuto oltrepassare: l’embargo energetico. Questa proposta, in questa forma, equivarrebbe a una bomba nucleare lanciata sull’economia ungherese”, ha sottolineato

“Sappiamo esattamente di cosa abbiamo bisogno, abbiamo bisogno di cinque anni per completare l’intero processo, non andremo da nessuna parte con un anno e mezzo di esenzione”, ha concluso il premier ungherese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli