Orban: "Salvini nostro eroe perché da ministro fermò i migranti"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

"Non è un segreto che chiamiamo Matteo Salvini 'nostro eroe' perché sull’immigrazione, quando qualcuno diceva che era impossibile fermare l’immigrazione clandestina, da ministro ha saputo arrestare l’immigrazione. Siamo grati per quello che ha fatto Salvini. E l’abbiamo sempre apprezzato”. E' quanto avrebbe detto il leader ungherese, Viktor Orban, nel corso di una conferenza stampa a Budapest, come riferito dalla Lega. Aggiungendo poi che "sollecitiamo l’Unione europea per l’acquisto dei vaccini. Vorremmo una vaccinazione più efficace in Europa. Ma non era questo il tema dell’incontro".

A Budapest è durato circa un'ora e trenta l’incontro multilaterale di Salvini con Orban e il primo ministro della Polonia Mateusz Morawiecki.

“Vogliamo il Rinascimento europeo. Non c’è alcun tema su cui siamo in disaccordo. La nostra posizione sull’Europa è questa: ci sono milioni di cittadini senza rappresentanza politica, avendo il Ppe scelto di schierarsi facendo cooperazione con la sinistra. I democratici cristiani non hanno rappresentanza e lavoriamo per dargli una voce" avrebbe detto il leader ungherese, come riferito dalla Lega.

"L’incontro di oggi - avrebbe spiegato - è la prima tappa di un lungo viaggio. Abbiamo parlato dei nostri valori e del nostro impegno atlantista. Rappresentiamo i valori della famiglia tradizionale e ci schieriamo contro il comunismo, contro l’antisemitismo, contro l’immigrazione illegale". "Ci rivedremo nel mese di maggio. Dipenderà dalla pandemia, probabilmente ci vedremo a Varsavia e poi anche a Roma. La destra non ha estremisti e lo dimostreremo. Raccoglieremo le forze a favore della libertà", avrebbe aggiunto Orban.

“Bisogna gettare le basi per una nuova Europa. Mi piace molto l’idea di Matteo Salvini a proposito di rinascimento europeo. Parliamo di valori per costruire il futuro” avrebbe detto il primo ministro della Polonia Mateusz Morawiecki, al termine dell'incontro con Orban e Salvini.