Ordinato lo spegnimento dell'Altoforno 2 dell'ex Ilva di Taranto: dal 14 dicembre lo stop

HuffPost
Altoforno 2 dell'ex Ilva di Taranto

Da domani, 14 dicembre, non potrà più essere usato l’Altoforno 2 dell’ex Ilva di Taranto: il giudice ha firmato l’ordine di esecuzione di spegnimento facendo seguito alla decisione - di tre giorni prima - di rigettare la proroga della facoltà d’uso chiesta dai commissari di Ilva in Amministrazione Straordinaria.

Scadono infatti i tre mesi concessi dal Tribunale del Riesame per ottemperare alle prescrizioni di automazione del campo di colata. Domani quindi riprenderà lo spegnimento interrotto in settembre.

Il giudice Francesco Maccagnano ha chiesto al custode giudiziario di implementare “ogni più utile modalità di custodia tale da assicurare che a partire dal 14 dicembre 2019 l’Altoforno 2 non sia utilizzato”.


L’impianto è stato sequestrato e dissequestrato più volte nell’inchiesta sulla morte dell’operaio Alessandro Morricella, investito da una fiammata mista a ghisa incandescente nel giugno del 2015, mentre misurava la temperatura del foro di colata dell’altoforno.


I legali dei commissari straordinari, a quanto si è appreso, stanno preparando un nuovo ricorso al Tribunale del riesame che dovrebbe essere depositato entro venerdì della prossima settimana. Questo ricorso potrebbe essere discusso il 30 dicembre, prima udienza utile, ma non è detto che sia quella fissata per il caso Afo2, o il 7 gennaio, secondo date già calendarizzate dal Tribunale di Taranto.

Continua a leggere su HuffPost