Ordine di carcerazione per Cecchi Gori, piantonato a Gemelli-punto

Sav

Roma, 29 feb. (askanews) - Il produttore cinematografico ed ex presidente della Fiorentina calcio Vittorio Cecchi Gori, 77 anni, è stato arrestato ieri pomeriggio a Roma dai carabinieri, che hanno eseguito nei suoi confronti un'ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Corte d'Appello di Roma, dovendo espiare in carcere 8 anni, 5 mesi e 26 giorni per cumulo pene.

Il provvedimento è stato eseguito al policlinico "Agostino Gemelli", dove Cecchi Gori si trovava e si trova ancora ricoverato per alcuni problemi di salute. I carabinieri lo hanno affidato alla Polizia penitenziaria: Cecchi Gori è ora "piantonato" dagli agenti, che al termine della degenza lo porteranno al carcere romano di Rebibbia.

La carcerazione riguarda le condanne per vecchi reati legati a crac finanziari. Giovedì era diventata definitiva una condanna a 5 anni e sei mesi di reclusione, dopo la sentenza della V Sezione penale della Corte di Cassazione che, in particolare, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla difesa contro la sentenza dell'ottobre 2018 dalla Corte d'Appello di Roma, con la quale, data la prescrizione di uno degli episodi di reato, era stata lievemente ridotta la pena - pari a 6 anni di reclusione - che era stata inflitta al produttore cinematografico in primo grado. Gli ermellini avevano comunque disposto un nuovo vaglio davanti ai giudici di secondo grado riguardo la durata della pene accessorie.