Ordine medici Roma: più incidenti stradali e cadute per strade buie

Cro-Mpd

Roma, 22 gen. (askanews) - Sono aumentati a Roma gli incidenti stradali a causa di una scarsa illuminazione e di marciapiedi sconnessi. A rimetterci sono molti automobilisti, motociclisti e pedoni, alla prese con buche 'invisibili' e ricoperte spesso anche da fogliame. A lanciare l'allarme è il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, a margine del convegno "Nuovo regolamento regionale sulle autorizzazioni sanitarie. Cosa cambia per medici ed odontoiatri?" promosso dall'Omceo Roma.

"Purtroppo in questi ultimi anni, ma non è dovuto solo a quest'ultima amministrazione, le strade di Roma sono diventate sempre più buie - ha detto Magi - perchè, anche giustamente, si è voluto risparmiare sull'illuminazione delle strade, preferendo i led alle classiche lampadine. Non solo: alcune aree e quartieri della Capitale sono completamente al buio. E questo è un fatto molto grave, che ha comportato un aumento degli incidenti per pedoni ed automobilisti". Magi ha ricordato quindi il tragico incidente a Corso Francia: "Chi conosce Roma, sa che quella zona è molto buia, in più quella sera pioveva - ha sottolineato - allora, indipendentemente dal fatto che è deprecabile guidare con un tasso alcolemico fuori dai limiti, forse anche qualcuno che non aveva bevuto, proprio a causa della scarsa visibilità, avrebbe potuto investire le due ragazze. Bisogna evitare che, a causa di tali situazioni, possano accadere episodi del genere. Come Ordine dei Medici dobbiamo sempre tutelare la salute dei cittadini".(Segue)