Ore 3.20. Ok del Senato alla fiducia sulla manovra. Passa alla Camera

·1 minuto per la lettura
I bnchi vuoti dell' aula del Senato, Roma, 21 dicembre 2021. Anna Rossomando, vice presidente del Senato, ha interrotto la seduta a causa della mancanza di almeno un membro del governo, durante l’inizio della discussione generale sulla legge di bilancio 2022. ANSA/FABIO FRUSTACI (Photo: FABIO FRUSTACI ANSA)
I bnchi vuoti dell' aula del Senato, Roma, 21 dicembre 2021. Anna Rossomando, vice presidente del Senato, ha interrotto la seduta a causa della mancanza di almeno un membro del governo, durante l’inizio della discussione generale sulla legge di bilancio 2022. ANSA/FABIO FRUSTACI (Photo: FABIO FRUSTACI ANSA)

L’Aula del Senato conferma la fiducia al Governo sul maxiemendamento alla manovra con 215 voti a favore, 16 contrari e nessun astenuto. Il testo passa alla Camera per il via libera definitivo che si terrà entro la fine dell’anno.

Alle 3.20 si conclude un’altra seduta notturna a Palazzo Madama, trascorsa nell’attesa della presentazione del maxiemendamento prima e nella discussione generale poi. Con qualche protesta: “Non stiamo qui solo per schiacciare
i bottoni” dice la capogruppo di Leu al Senato, Loredana De Petris. Interviene anche Matteo Renzi: “Ogni tentativo di far venire meno la centralità del Parlamento - sottolinea il leader di Italia viva- è un atto che rende più debole e più fragile il nostro sistema istituzionale”. Giusta la scelta di far nascere il governo Draghi, ma “con la stessa franchezza devo dire che non si fanno così le leggi di Bilancio: voteremo la fiducia, ma siate all’altezza della fiducia che vi diamo. In questo passaggio non lo siete stati”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli