Orfini: bisogna fare rumore contro fermo dello studente egiziano

Pol/Bar

Roma, 8 feb. (askanews) - "Ha ragione Riccardo Noury, portavoce di Amnesty: bisogna fare rumore. Perché l'Università, il Governo prendano immediatamente provvedimenti attraverso le relazioni con l'Egitto per conoscere le motivazioni dello stato di fermo di Patrick George Zaky e per monitorare quanto sta accadendo, e su questo il Partito Democratico è già attivato". Lo ha scritto su Facebook Matteo Orfini, parlamentare del Partito democratico, in merito all'arresto del giovane studente egiziano.

"Ognuno di noi da questo momento in poi - ha proseguito - ha il dovere, nei confronti di questo ragazzo, nei confronti della memoria di Giulio Regeni, di fare rumore, tanto rumore, finché Patrick non sarà al sicuro".