Organizzazione mondiale del Commercio, al bando il sostegno alla pesca dannosa

Accordi sull'eliminazione delle sovvenzioni per la pesca dannosa, sulla sospensione dei brevetti per i vaccini antivirali e sull'adozione di misure per affrontare la crisi alimentare: questi i risultati principali raggiunti dalla 12esima Conferenza ministeriale dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC), che ha chiuso i battenti a Ginevra.

La maggior parte degli obiettivi sono stati raggiunti in extremis, dopo giorni di colloqui a oltranza.

"L'accordo - dice Ngozi Okonjo-Iweala, direttrice generale dell'Organizzazione Mondiale del Commercio - riguarda anche il sostentamento dei 260 milioni di persone che dipendono direttamente o indirettamente dalla pesca marina.

L'accordo vieta il sostegno alla pesca illegale non dichiarata, vieta il sostegno alla pesca di stock sovrasfruttati e compie il primo ma significativo passo avanti per frenare i sussidi alla pesca eccessiva, ponendo fine ai sussidi per la pesca in alto mare non regolamentata".

Martial Trezzini/ゥ KEYSTONE / MARTIAL TREZZINI
AP Photo - Martial Trezzini/ゥ KEYSTONE / MARTIAL TREZZINI

Mentre l'accordo sulla pesca è considerato significativo, quello sulle vaccinazioni è inferiore a quanto richiesto dagli attivisti.

Ciononostante, l'OMC afferma che il pacchetto di compromesso su tutti i fronti rappresenta un importante punto di svolta nella costruzione del consenso globale per i 160 Paesi membri, dopo anni di relativi insuccessi nel campo della cooperazione internazionale.

A detta dell'Organizzazione, l'accordo per la sospensione dei brevetti sui vaccini contro l'HIV "faciliterà l'accesso alle forniture mediche e ai relativi componenti in questa e nelle future pandemie".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli