“Orii del Lazio”, premiati i migliori oli extravergine

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 mar. (askanews) - 48 aziende per un totale di 58 etichette, con una prevalenza delle province di Viterbo e Roma, rispettivamente con 21 e 14 prodotti in concorso, seguite da Latina con 12 oli partecipanti, 6 da Rieti e 5 da Frosinone. Si è svolta oggi a Roma, nella Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma, in modalità virtuale, la cerimonia ufficiale di premiazione dei vincitori di "Orii del Lazio - Capolavori del gusto", XXVIII Concorso regionale per i migliori oli extravergine di oliva.

Il concorso è promosso da Unioncamere Lazio, l'Unione delle Camere di Commercio del Lazio che, nel quadro delle iniziative promozionali a sostegno del settore agricolo, rivolge la massima attenzione alla filiera olivicola attraverso una serie di iniziative a supporto delle imprese del settore.

Il concorso regionale, giunto alla sua ventottesima edizione, si conferma come alto momento di valorizzazione delle produzioni olivicole regionali. Strategico il ruolo del concorso poi in un'annata, come quella attuale, in cui si registra un incoraggiante segnale di ripresa produttiva e la conferma delle ottime caratteristiche del prodotto regionale. "Ben 82mila ettari coltivati a olive e quattro DOP dai diversi territori sono elementi - spiega Lorenzo Tagliavanti, presidente di Unioncamere Lazio - che danno un'idea immediata della rilevanza degli oli extravergine nel panorama delle nostre eccellenze agro-alimentari".

In omaggio all'eccellenza del prodotto e al suo territorio Unioncamere Lazio ha lanciato, in anteprima assoluta, in occasione di questa edizione lo speciale video promo che Unioncamere Lazio ha realizzato per accompagnare in Italie e anche all'estero la conoscenza della qualità dell'olio della regione contestualizzato nei diversi territori di provenienza. La selezione si conferma come una importante certezza per le imprese facendo registrare la partecipazione di 48 aziende per un totale di 58 etichette, con una prevalenza delle province di Viterbo e Roma, rispettivamente con 21 e 14 prodotti in concorso, seguite da Latina con 12 oli partecipanti, 6 da Rieti e 5 da Frosinone. Ben 30 aziende hanno manifestato interesse a partecipare al concorso nazionale "Ercole Olivario" con 37 oli.

Quest'anno saranno 11 le etichette del Lazio che approderanno alla selezione finale dell'Ercole Olivario: un risultato straordinario che colloca la regione al primo posto insieme all'Umbria tra le 17 regioni italiane partecipanti. La presenza del Lazio nella storia del concorso nazionale del resto è sempre stata all'insegna del successo. In passato, su 29 edizioni dell'Ercole, gli oli della regione sono saliti sul podio nazionale con più olii nelle diverse categorie, in occasione di ben 27 edizioni a dimostrazione del primato qualitativo del Lazio che vanta radici antiche.