Oristano, Sardegna finanzia 7 auto elettriche per il Comune

Red/Gca

Roma, 26 giu. (askanews) - La Sardegna punta sul green, investendo risorse a sostegno della mobilit sostenibile. Grazie ad un finanziamento di 161 mila euro dell'assessorato regionale dell'industria, il Comune di Oristano si dota di 7 auto elettriche che andranno a sostituire i vecchi mezzi inquinanti, ormai da rottamare. I nuovi veicoli sono stati presentati questa mattina alla stampa, nella piazza della Torre spagnola di Torre Grande, dall'assessore regionale dell'Industria, Anita Pili, dal sindaco di Oristano, Andrea Lutzu, e dai rappresentanti del Comune. "La Regione guarda al futuro - ha affermato l'assessore regionale dell'industria, Anita Pili - Il traffico stradale uno dei principali responsabili delle emissioni inquinanti, l'adozione di un sistema di mobilit a basso impatto ambientale nei centri urbani una delle priorit della Giunta Solinas per il miglioramento della qualit di vita dei sardi. Proseguiamo - ha spiegato l'esponente dell'Esecutivo - il piano d'azione regionale della mobilit elettrica. Un percorso intrapreso con l'Accordo di Programma sottoscritto tra la Regione e i comuni della Sardegna, finalizzato alla promozione della mobilit intelligente e sostenibile, coerente con la strategia energetica regionale in materia di "Smart Grid" e "Smart City". L'intervento, finanziato dal Fondo di sviluppo e coesione - ha aggiunto l'assessore - consolida un modello di sviluppo ecosostenibile che ha dato la possibilit ai comuni di acquistare veicoli elettrici da inserire nel parco mezzi, oltre all'installazione delle colonnine di ricarica. E' merito dell'Esecutivo Solinas - ha precisato Anita Pili - se sono state rimodulate le risorse che hanno consentito il finanziamento di novanta comuni, oltre alle aree metropolitane di Cagliari e Sassari e le citt di Nuoro e Oristano. Tutto ci, in linea con il piano energetico regionale, predisposto dall'assessorato dell'Industria, che prevede di abbattere del 50% le emissioni climalteranti entro il 2030". (segue)