Orlando: alleanza con M5s dopo che Renzi ha tolto rischio scissione

Rea

Roma, 11 set. (askanews) - Nicola Zingaretti "ha sempre privilegiato l'unità delpartito" e dunque non ha esplorato l'ipotesi di un'intesa con il M5s "finchè c'è stato il rischio che un'alleanza con i Cinque Stelle potesse spaccare il Pd". Ma "nel momento in cui Renzi toglie questo vincolo, nel momento in cui l'unità del partito non era più a rischio, Zingaretti era obbligato" a percorrere questa strada "per le cose che noi avevamo sempre detto, e cioè che M5s e Lega non erano la stessa cosa, rifiutando la strategia dei pop corn dei renziani". Andrea Orlando, vice segretario del Pd, ricostruisce così la decisione del Pd di dare vita ad un governo col M5s. Ricordando peraltro le repliche dure di Renzie e dei renziani all'intervista con cui Dario Franceschini - solamente a luglio - aveva per primo affacciato l'ipotesi.