Orlando: governo deve aprire fase nuova anche nella composizione

Pat

Bologna, 28 ago. (askanews) - Il prossimo governo dovrà dimostrare di riuscire ad aprire una "fase nuova" già "nella sua composizione". Il problema non sono solo i nomi e le "facce" dei ministri, ma anche "culture che sono in grado di guidare questo passaggio". Ne è convinto l'ex ministro della Giustizia, Andrea Orlando, secondo il quale il Pd "non aveva alternative" in una fase "così cruciale" per l'Italia.

"Penso che il nuovo governo dovrà essere un governo che dia segno, anche nella sua composizione, che si apre una fase nuova - ha detto Orlando in un dibattito alla festa nazionale de l'Unità a Ravenna - e non è la sommatoria delle fasi precedenti anche nelle persone. Dobbiamo dare un segno che si apre completamente una nuova fase politica che è non solo il rinnovamento ma il cambio di approccio politico-culturale". Quindi, secondo il dem, occorre "cambiare non solo nelle facce ma anche nelle culture che sono in grado di guidare questo passaggio. E' uno sforzo rischioso ma anche molto affascinante".

(segue)