Orlando: non ho paragonato Papeete e Leopolda ma gli ultimatum

Adm

Roma, 6 ott. (askanews) - Nessun paragone tra Papeete e Leopolda, ma un invito a mettere da parte gli "ultimatum" al governo. Andrea Orlando chiarisce su twitter il suo pensiero, dopo le polemiche scatenate dalle sue parole su Matteo Renzi.

Il vice-segretario Pd aveva affermato: "Non è che se un ultimatum lo lanci dal Papeete e peggio che se lo lanci dalla Leopolda... Gli ultimatum non vanno lanciati, perchè sennò si sfascia tutto". Parole che hanno innescato le critiche dei tanti renziani rimasti nel Pd e di Italia viva.

Ribatte Orlando su Twitter, rispondendo a diversi interlocutori: "Io non ho fatto il paragone. Ho detto che gli ultimatum non vanno mai bene", afferma rispondendo a chi gli rimproverava il paragone. E ad Eugenio Comincini, senatore di Italia viva, dice: "So che alla Leopolda ci sono alleati e al Papeete avversari. Infatti ho paragonato gli ultimatum non i luoghi. Se questo governo cade vince il Papeete non la Leopolda".