Orlando(Pd): Toninelli prenda atto fallimento, ora passo indietro

Adm

Roma, 24 lug. (askanews) - Danilo Toninelli dovrebbe riconoscere il "proprio fallimento" fare un "passo indietro". Lo dice il vice-segretario Pd Andrea Orlando in un post su Facebook.

Dice Orlando: "Oggi, 24 luglio, è il giorno dedicato alla fuga: la fuga di Salvini dalla commissione Antimafia, dove dovrebbe rispondere della faccenda Arata, la fuga di Salvini ancora dal Senato, dove dovrebbe rispondere della vicenda Russiagate, ma al posto suo manda il presidente del Consiglio Conte".

"E poi - continua Orlando - la fuga del Movimento 5 Stelle dagli impegni, dagli slogan, dalla propaganda che in tutti questi anni hanno propinato agli italiani sulla vicenda della Tav. Si, perché il presidente del Consiglio Conte ha spiegato - e non ci voleva un grande studio per farlo - che non si possono buttare via tutti i soldi spesi fino qui, che l'opera ormai è troppo avanti, che i finanziamenti europei non vanno persi. Tutto giusto".

"Quello che non si capisce - aggiunge l'ex minsitro - è per quale motivo il ministro Toninelli ha imbastito, nel corso di questi mesi, una commissione, una cosiddetta commissione costi-benefici che ha dato dei risultati esattamente opposti a quelli che ci propone oggi il presidente del Consiglio. Qualcuno dovrebbe rispondere anche di questo, di come sono stati spesi i soldi dei cittadini. Qualcuno dovrebbe forse anche prendere atto del proprio fallimento e da ministro delle non-Infrastrutture, dovrebbe fare un passo indietro".