Orlando: "Prossima settimana norme per vaccinazione luoghi lavoro"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Coronavirus in Italia e luoghi di lavoro? "Credo che per prossima settimana potremo avere il riferimento nazionale per vaccinare i lavoratori sui luoghi di lavoro, mettendo in campo una rete molto importante e che consentirà, quando ci sarà la disponibilità dei vaccini, di procedere in parallelo alla rete del sistema sanitario territoriale". E' quanto sottolinea il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, in un'intervista a Sky.

Inoltre, sulle riaperture, "mi sembra che porti fuoristrada discutere come si apre mentre aumenta il numero dei contagi e soprattutto aumenta la velocità dei contagi - prosegue Orlando -. Il fatto è che la variante inglese è così predominante e quindi è più rapida la trasmissione. Io francamente questa discussione su come si apre se scendono i contagi, la farei quando scenderanno e non adesso. Mi concentrerei come si accelera la vaccinazione".

"Non dividiamoci su chi vuole aprire e chi chiudere. Stiamo ai dati e quelli ci dicono che dobbiamo avere ancora grandissima cautela e attenzione. Dobbiamo rispondere al virus che è ancora molto rapido e pericoloso", aggiunge. "Dobbiamo prevedere una serie di obblighi per chi lavora in ambito sanitario. E' allo studio una norma che prevede inidoneità sopravvenuta per chi non si vaccina. Chi non mette in sicurezza se stesso e non garantisci la sicurezza degli altri; scatta un meccanismo" sottolinea il ministro, che continua: "Dobbiamo evitare che le persone fragili negli ospedali vengano a contatto con personale sanitario potenzialmente infetto, quando avrebbero gli strumenti per evitarlo, come i vaccini".