Orsa investita in Molise, Wwf: servono i dissuasori luminosi

Gtu

Roma, 24 ago. (askanews) - Una femmina adulta di Orso marsicano è stata investita lungo la statale 652, a poca distanza dal centro abitato di Rionero Sannitico, in provincia di Isernia, al di fuori dei confini del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise e della sua Zona di protezione esterna. L'orsa è stata trovata, giovedì sera, agonizzante e con gli arti posteriori paralizzati da alcuni automobilisti sul bordo dell'adiacente Statale 17. L'animale è morto dopo poco, e a nulla è servito l'arrivo dei biologi e veterinari dell'Ente Parco e dei carabinieri forestali, che hanno solo potuto constatare il decesso dell'animale e ricostruire sommariamente le dinamiche dell'incidente.

"Ogni decesso per cause antropiche di un individuo rappresenta un tragico evento per la conservazione dell'esigua popolazione di Orso bruno marsicano, che conta ormai poco più di 50 individui", avverte il Wwf, sottolineando: "In questo caso l'evento appare ancora più drammatico, in quanto si tratta di una femmina adulta in età riproduttiva, in un'area di espansione potenziale della specie, dove le femmine di orso arrivano purtroppo sempre più raramente". E - avverte l'associazione - l'orsa non sarebbe stata investita e uccisa se fossero installati dissuasori luminosi.(Segue)