Orsini a Cartabianca: "Putin può arrivare a Kiev e distruggerla"

(Adnkronos) - "Se l'Occidente continuerà a dire che bisognerà solo inviare armi all'Ucraina per colpire i russi, Putin muoverà su Kiev e la distruggerà come ha distrutto Mariupol". E' un passaggio dell'intervento del professor Alessandro Orsini a Cartabianca. "La Russia in questo momento è come un toro impazzito che è stato infilzato tante volte. L'Occidente ha inflitto molte umiliazioni e sconfitte alla Russia dal '91 ad oggi, e questa è solo una constatazione storica. E' cresciuto poi dal 1999 con il bombardamento della Serbia da parte della Nato. Dal 1991 ad oggi la Russia non ha fatto altro che arretrare, l'Occidente non ha fatto altro che avanzare. Noi occidentali dobbiamo stare attenti a non fare altri errori", dice il docente di sociologia del terrorismo internazionale.

"Per ogni errore che l'Occidente farà, condanneremo a morte migliaia di civili e bambini ucraini. I miei obiettivi sono 3: salvare il governo di Zelensky, preservare un pezzo di Ucraina democratica che poi possa entrare nell'Ue, proteggere i civili. Se la Nato non chiuderà i cieli e non invierà soldati, ad un certo punto la Russia conquisterà tutto il Donbass. A quel punto Putin farà un respiro profondo e cercherà di capire come l'Occidente si porrà nei confronti della Russia", afferma ancora. "Se l'Occidente continuerà a dire che bisognerà solo inviare armi, Putin muoverà su Kiev e la distruggerà come ha distrutto Mariupol. Noi dobbiamo lavorare sin da adesso per una soluzione diplomatica e accettare che bisogna fare concessioni territoriali che la Russia si è già fatta da sola", osserva.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli