Orsini: "Quando un paese entra nella Nato io piango"

(Adnkronos) - "Ogni volta che sento che un paese vuole entrare nella Nato, soprattutto se vicino ai confini con la Russia, io piango". Il professor Alessandro Orsini si esprime così nel suo intervento a Accordi e Disaccordi sul Nove e Discovery+.

"Non siamo ancora nella Terza Guerra Mondiale, ma stiamo andando speditamente in questa direzione. L'ingresso di nuovi paesi nella Nato è un gravissimo pericolo per l’umanità. Sarebbe una grande tragedia per tutti. Il mio auspicio è che escano dalla Nato paesi che confinano con l’Ucraina: la Slovacchia, la Romania, l’Ungheria. L’interesse dell’umanità è contrario a quello della Nato. L’espansione della Nato ci avvicina alla Terza Guerra Mondiale. "Ogni volta che sento che un paese vuole entrare nella Nato, soprattutto se vicino ai confini con la Russia, io piango", aggiunge. "Io considero Putin pericoloso a livello 10. E considero Biden pericoloso a livello 10: è un traditore dell'Europa, la sta accoltellando alle spalle. In relazione all'Ucraina considero Biden pericoloso quanto Putin", dice riferendosi al presidente russo e a quello degli Stati Uniti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli