Orso M49 uscito dal letargo, le misure di prevenzione

Cro/Ska

Roma, 4 mar. (askanews) - Con la fine dell'inverno e l'arrivo di temperature più miti, l'orso M49 è uscito dal letargo. Lo rende noto la Ripartizione foreste della Provincia di Bolzano, sottolineando che il plantigrado, nelle ultime ore, ha attraversato la Val di Fiemme, in Trentino, distruggendo un'arnia e ferendo un asino, e ha poi proseguito il suo spostamento verso l'Alto Adige in direzione di Passo Oclini - Malga Cugola. Proprio in queste località, la scorsa estate M49 ha trascorso qualche settimana.

L'assessore all'agricoltura, Arnold Schuler, chiede la collaborazione di tutti, ricordando che "l'orso M49 non è provvisto di collare, quindi abbiamo bisogno che la sua presenza venga segnalata da parte dei cittadini". A tale scopo è attivo il numero di reperibilità del Servizio forestale 3666643887. Inoltre, Schuler invita a "vigilare e adottare le misure di prevenzione", in maniera particolare per coloro che si trovano negli insediamenti compresi in prevalenza tra Passo Lavazé, Passo Oclini e Redagno. Queste le regole principali da osservare: gli animali domestici non trascorrano la notte all'esterno e in generale non si allontanino; gli ingressi agli edifici siano chiusi, in particolare le stalle; non vengano lasciati rifiuti alimentari all'esterno degli edifici; i cani vengano tenuti al guinzaglio.