Oscar 2020, Natalie Portman difende le registe snobbate dall’Academy

Nella notte in cui a brillare è Parasite, primo film sudcoreano ad essere nominato agli Oscar e vincitore di 4 statuette Natalie Portman difende le registe snobbate dall'Academy.

Oscar 2020: Natalie Portman difende le donne

Oscar 2020, Natalie Portman difende le registe snobbate dall’Academy

Abito nero e oro con sopra un mantello, entrambi firmati Dior e disegnati appositamente per lei da Maria Grazia Chiuri: così Natalie Portman si è presentata sul red carpet del Dolby Theatre di Los Angeles per la 92esima edizione degli Oscar. Bella, elegante e 'fatale': attraverso il suo abito l'attrice Premio Oscar ha colto l'occasione per lanciare un messaggio all'Academy. Leggi anche: >> OSCAR 2020, KEANU REEVES SPIAZZA TUTTI: COME SI È PRESENTATO SUL RED CARPET Sul bordo del suo mantello, la Portman ha fatto ricamare i nomi delle donne snobbate dall'Academy. Greta Gerwig (regista), Lorene Scafaria (sceneggiatrice), Lulu Wang (regista), Céline Sciamma (regista), Alma Har'el (regista), Marielle Heller (regista), Melina Matsoukas (regista) e Mati Diop (attrice). Un'idea semplice ed elegante che è riuscita ad arrivare a destinazione, ponendo nuovamente l'attenzione su uno dei temi caldi che investe il mondo del cinema e non solo. Fino ad oggi, solo 5 registe hanno ricevuto la nomination e solo una, Kathryn Bigelow, ha vinto nel 2010 con The Hurt Locker. Crediti foto@Kikapress