Oscar, Italia in gara per tre statuette con Pausini e 'Pinocchio'

Valeria Iorio
·2 minuto per la lettura

AGI - Tre nomination agli Oscar per l'Italia che si candida a portare a casa una statuetta il prossimo 26 aprile. Laura Pausini sarà in gara per la categoria "miglior canzone originale" con "Io sì", scritta per "La vita davanti a sé" di Edoardo Ponti e fresca vincitrice di Golden Globe. E poi con "Pinocchio" di Matteo Garrone, nominato in due categorie, costumi e trucco e acconciature. Niente da fare invece per 'Notturno' di Francesco Rosi che non è entrato in nomination nella categoria documentari.  

'Mank' sbanca 

Le candidature sono state annunciate da Londra dall'attore e cantante Nick Jonas e dall'attrice Priyanka Chopra. La notte degli Oscar quest'anno sarà in presenza e in più luoghi, compreso il tradizionale Dolby Theatre di Los Angeles. 'Mank' è il titolo che ha risuonato più volte: il film in bianco e nero sulla vita dello sceneggiatore Herman J.  Mankiewicz ha ottenuto 10 nomination, tra cui quella per miglior regista a cui concorre David Fincher, miglior film, attore e attrice non protagonista. Si annuncia anche un'edizione al femminile: per la prima volta due donne hanno ottenuto la nomination per la regia: Chloe Zhao per 'Nomadland' e Emerald Fennell per 'Promising Young Woman'.

Il primo attore asiatico-americano

Steven Yeun è il primo asiatico-americano in gara come miglior attore protagonista mentre Chadwick Boseman, morto ad agosto, è il settimo interprete a ricevere una nomination postuma.
Ad annunciarsi come i veri dominatori di questi Oscar sono le piattaforme streaming che, mentre le sale cinematografiche chiudevano per la pandemia, hanno avuto la massima visibilità per le proprie produzioni. Ben 35 le nomination di Netflix per 16 suoi film, tra cui 'Mank', 'The Trial of the Chicago 7' e 'Ma Rainey's Black Bottom'. La piattaforma Disney + è in corsa per tre statuette con il film d'animazione Pixar 'Soul' su Disney +. Ma anche Amazon Studios di Amazon.com si è guadagnato un posto nella cinquina per la migliore sceneggiatura originale con 'Sound of Metal' e 12 candidature complessive, un record per l'azienda. 

La soddisfazione italiana

"Ancora non ci credo, sapere che sono nominata agli Oscar va oltre qualunque desiderio o aspettativa potessi sognare", ha commentato la Pausini. "Sono estasiato, sospeso, sono felice ma travolto dal bene delle persone che mi stanno chiamando", ha commentato il 50enne fiorentino Massimo Cantini Parrini sulla candidatura di Pinocchio per i costumi. Per i trucchi e costumi del film di Garrone ad ambire alla statuetta sono il britannico Mark Coulier e gli italiani Dalia Colli e Francesco Pegoretti. Il ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha parlato di "una giornata felice per il cinema italiano" e ha inviato "un grosso in bocca" a Pausini e Garrone.