Oso, un nuovo made in Italy etico e sostenibile nei negozi NaturaSì

·1 minuto per la lettura
Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

Osare per realizzare il cambiamento”, questo il messaggio di “OSO vestire etico e inclusivo”, nuova linea di abbigliamento in vendita nei negozi NaturaSì, la più grande realtà del biologico in Italia. Rispetto dell’ambiente e tutela dei diritti dei lavoratori sono le basi su cui poggia la nuova linea che fa dei giovani il suo punto di forza.

Pensare bio per noi significa anche questo: non lasciare indietro nessuno e rifiutare ogni tipo di sfruttamento”, ha dichiarato Fausto Jori, Amministratore delegato di NaturaSì, presentando la nuova linea, da lui definita “speciale” perché “pensata e disegnata dai giovani del nostro Laboratorio 2050 nel rispetto dell’ambiente, utilizzando solo tessuti di cotone certificati GOTS (Global Organic Texil Standard), fibre di bambù ed alga, prodotta e confezionata da una rete di sartorie sociali che garantiscono un lavoro dignitoso a donne con un vissuto di fragilità o vittime di violenza”.

L’azienda quest’anno ha reso concreto il suo impegno sociale coinvolgendo di più i giovani e promuovendo il progetto “Naturabile”, a sostegno dell’inclusività, dell’ecosostenibilità e dell’eticità con particolare attenzione alla fragilità fisica ed emotiva.

Così è nata la collaborazione di NaturaSì con la Fondazione Corte delle Madri di Bereguardo, Quid, Made in GOEL e Fatto a Scampia. I capi di OSO sono green ed etici, pensati e disegnati da giovani e poi confezionati da questa rete di sartorie sociali.

Realtà che supportano persone cui la dignità è stata tolta, inserendole in un circuito virtuoso dove si crea un Made in Italy di eccellenza, nel rispetto dei criteri sociali e ambientali applicati a tutto il ciclo di produzione. Dalle donne dei tre laboratori di Quid, cooperativa sociale che ha come prerogativa...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli