Ospedale Covid in Fiera, meno posti per far posto a sala operatoria

Asa

Milano, 18 mar. (askanews) - La nuova struttura sanitaria temporanea che la Regione Lombardia intende realizzare all'interno di due padiglioni in disuso della Fiera di Milano per fronteggiare l'emergenza Coronavirus avrà qualche posto in meno di terapia intensiva e sub-intensiva, rispetto ai 400 previsti inizialmente, ma anche alcune dotazioni in più. Il progetto, mentre al Portello proseguono i lavori preliminari, è infatti cambiato leggermente per fare posto a una sala operatoria, a un'unità coronarica per la gestione di gravi problemi cardiaci, a una sala per la Tac e a un laboratorio. Si tratta di strutture tipiche di un vero e proprio ospedale, necessarie per fare fronte a eventuali "emergenze nell'emergenza". L'annuncio del definitivo avvio del progetto, che dovrebbe a quel punto vedere la luce in otto-dieci giorni, è atteso per domani.