Ospedale Gaslini: su Tafida no battaglia con sanità inglese

Fos

Genova, 8 gen. (askanews) - "Non possiamo parlare in termini assoluti di una prognosi non corretta da parte dei medici inglesi. In questo caso alla fine si è dimostrato che il nostro piano di cura era quello più corretto per Tafida, non perché lo abbiamo detto noi ma perché c'è stata una valutazione collegiale in cui anche l'opinione dei medici inglesi ha avuto la sua importanza. Non è una battaglia tra sistemi differenti ma un'integrazione e il giudice ha capito come integrare al meglio diversi approcci". Lo ha detto il dottor Andrea Moscatelli, direttore del centro di rianimazione neonatale e pediatrica dell'ospedale Gaslini di Genova.