In ospedale il parlamentare tedesco contrario alla "ditattura sanitaria"

·1 minuto per la lettura
si era presentato in parlamento con la mascherina bucata, ricoverato deputato per covid
si era presentato in parlamento con la mascherina bucata, ricoverato deputato per covid

Si era presentato in Parlamento, al Bundestag, con la mascherina arancione e traforata in segno di protesta contro, a suo dire, la dittatura sanitaria imposta da Angela Merkel a causa del Covid. Adesso è uno dei 23 parlamentari risultati positivi al Coronavirus ed è stato ricoverato in ospedale.

Positivo al Covid deputato della mascherina traforata

Thomas Seitz, 53 anni, deputato dell’ultradestra di AFD, è uno dei 23 parlamentari tedeschi, ad essere risultati positivi al Coronavirus, dopo che, nella sua ultima apparizione al Bundestag, si era presentato con una mascherina arancione e traforata. Durante quella seduta era stato ripreso anche dalla vicepresidente Claudia Roth, il quale gli aveva intimato di indossare una mascherina FFP2, che poi gli aveva consegnato personalmente. Alle ulteriori porteste da parte di Seitz, indicando la mascherina come una museruola, la Roth aveva minacciato il deputato di multa.

Da quanto si apprende dai giornali locali, Seitz sarebbe stato ricoverato già nella giornata del 12 dicembre, ma la sua ospedalizzazione sarebbe stata tenuta segreta sino alla giornata del 17 Dicembre. Secondo i medici che lo hanno in cura, le sue condizioni sono buone. Da parte del suo staff tengono a precisare che, nonostante l’atto di ribellione compiuto da Seitz indossando la mascherina incriminata, il deputato ha sempre chiesto valutazioni costanti da parte del governo, sull’andamento dell’epidemia nel paese, soprattutto nell’ultimo periodo, considerato l’aggravarsi della crisi pandemica in Germania, tanto da aver reso necessario un nuovo lockdown.