Ospedale Sacco Milano: eccellenza contro le emergenze epidemiologiche

Ospedale Sacco Milano: eccellenza contro le emergenze epidemiologiche

L’Ospedale Sacco di Milano nasce dalla necessità di arginare il pericolo della diffusione della tubercolosi, malattia infettiva e contagiosa causata da un batterio. Data l’emergenza del 1927 il Comune di Milano decise di iniziare i lavori per il centro ospedaliero, prima conosciuto come Sanatorio di Vialba. Anche se ha cambiato nome rimane tutt’oggi il centro di riferimento per le più importanti patologie infettive ed emergenze epidemiologiche. Rappresenta una delle realtà di Milano più conosciuto in tutta la nazione.

Ospedale Luigi Sacco di Milano

I lavori iniziati nel 1927 si concludono nell’ottobre del 1931, anno in cui si tenne l’inaugurazione. Nel 1974 viene rinominato Ospedale Sacco, in onore dell’omonimo medico di Varese che per primo si adoperò nel settecento per la diffusione del vaccino contro il vaiolo. Da quell’anno diventò anche Polo Universitario dell’Università degli Studi di Milano. Ancora oggi ospita il corso di laurea in Medicina e Chirurgia, alcune Scuole di Specializzazione e i corsi di laurea in infermieristica, tecnica della riabilitazione psichiatrica e logopedia. Nel 1994 si trasforma da Ospedale Provinciale polifunzionale a Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione.

Indirizzo e parcheggio: come raggiungere il Sacco

L’ospedale Sacco si trova in Via Giovanni Battista Grassi, 74 a Milano. La struttura si può raggiungere in automobile, ma anche con i mezzi. Vediamo come nello specifico:

  • Partendo da Piazza Duomo bisogna spostarsi a piedi in via Orefici e prendere il tram 12 in direzione Roserio. Scendendo al capolinea ci si trova proprio davanti all’ospedale. Oppure raggiungendo via Dante e prendendo il 19 sempre in direzione Roserio. Anche in questo caso vi troverete al capolinea davanti all’ingresso del Sacco.
  • Dalla Stazione Centrale prendere il treno FS o il passante, scendere alla fermata Certosa e salire sul 12 o il 19, poi come sopra. In alternativa spostarsi in piazza Duca d’Aosta e prendere la linea 33 verso Cacciatori delle Alpi, poi scendere in Sempione e prendere il 19.
  • Da Cadorna ci si deve spostare il piazza Virgilio e prendere il 19.
  • Partendo dallaeroporto di Malpensa si può prendere o lo shuttle bus fino in Stazione Centrale o il Malpensa Express fino a Cadorna.
  • Dall’aeroporto di Linate prendere il Bus Starfly per raggiungere la Stazione Centrale.
  • Le linee extraurbane che portano al Sacco sono: H213 da Arese e H307 da Paderno Dugnano.

Nel caso in cui si arrivasse con la propria automobile è presente un parcheggio all’ingresso con alcune tariffe. Fino ai 15 minuti di permanenza la sosta è gratuita poi costerà 1,40 euro fino ai 60 minuti, 2,70 euro fino alle 2 ore e 3,90 euro se si sosterà di più. Tutti i padiglioni dell’Ospedale sono collegati al parcheggio e all’ingresso pedonale grazie al servizio di una navetta gratuita. Il bus è attivo tutti i giorni dalle 7 alle 19. L’accesso in auto all’interno dei Presidi Ospedalieri è consentito solamente a persone disabili, ai loro accompagnatori e ai mezzi di soccorso. Inoltre l’ospedale ha un carro attrezzi autorizzato a rimuovere le vetture che non sostano secondo le regole vigenti.

Come effettuare le prenotazioni

Prenotare appuntamenti al Sacco di Milano è possibile in diverse modalità. Dal telefono fisso al numero verde regionale gratuito 800.638.638, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Dal cellulare contattando il numero regionale 02.99.95.99 sempre negli stessi giorni e agli stessi orari di quello fisso. Per prenotare on line bisogna essere in possesso dell’impegnativa del medico di medicina generale con il codice IUP. Oppure è attivo un servizio in tutte le farmacie della provincia lombarda.