Ossessionato da un film di Steve McQueen Theodore John Conrad mise a segno un colpo clamoroso

·2 minuto per la lettura
Conrad in una foto all'epoca del "colpo"
Conrad in una foto all'epoca del "colpo"

Arriva dagli Usa la curiosa notizia di un cassiere che nel 1970 scappò con i soldi della banca e che è stato “incastrato” dopo 52 anni, solo che ormai è morto: ossessionato da un film di Steve McQueen il 71enne Theodore John Conrad all’età di 20 anni mise a segno un colpo clamoroso da 215.000 dollari, pari a circa 1,7 milioni di oggi.

Cassiere scappò con i soldi della banca: dopo 52 anni si sa chi era diventato, ma è inutile

A smascherare il colpevole di quel colpo clamoroso la polizia di Cleveland, in Ohio, che ha rintracciato il ladro in un sobborgo a nord di Boston a maggio, esattamente sei mesi dopo che lo stesso era passato però a miglior vita. I media Usa spiegano che la moglie di Conrad, Kathy e sua figlia Ashley hanno scoperto il segreto dell’uomo, che aveva cambiato nome e si chiamava Thomas Randele, solo durante i suoi ultimi giorni di vita, prima che un tumore lo uccidesse.

Da Conrad a Randele, il cambio di identità del cassiere che scappò con i soldi della banca

Conrad lavorava come cassiere presso la Society National Bank di Cleveland ed aveva accesso a somme enormi. Agli amici aveva detto, scherzando ma non troppo, che “ripulire” la sua banca non era poi così difficile. Alla fine lo fece per davvero: una sera di venerdì uscì con 215mila dollari in contanti in un sacchetto e si dileguò nel nulla, dato che la successiva caccia all’uomo non ebbe mai esito positivo.

L’avvistamento alle Hawai e poi il nulla fino ad oggi, quando è stato “ritrovato” il cassiere Usa che scappò con i soldi della banca

Conrad era stato dato come presente ed attivo nello spendere il bottino a Parigi, in California ed alle Hawaii. Era ossessionato dal film di Steve McQueen del 1968 TheThomas Crown Affair, che a detta degli amici aveva visto decine di volte. Tre mesi dopo la rapina, una coppia dell’Ohio stava chiacchierando con un giovane in un bar del Princess Kaiulani Hotel a Waikiki: qualcuno disse alla polizia che quel facoltoso turista era Conrad, ma arrivati sul posto gli agenti non trovarono più nessuno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli