Ossigeno al Nazareno: il Pd è tornato in campo. Superato il M5S, Salvini ora è l’unico avversario

Rudy Francesco Calvo

“Rimbalzo” e “sorpasso” sono le due parole che circolano maggiormente nel quartier generale del Pd, nelle prime ore della lunga nottata post elettorale. La prima dà il segno del nuovo segretario a questo risultato: la percentuale esatta si capirà solo a notte fonda e sarà valutata più nel dettaglio domani, ma è un dato di fatto che il Partito democratico con Nicola Zingaretti torna a salire, dopo una lunga fase discendente durata cinque anni, da quel leggendario 40,8% delle europee del 2014 al 18,7 dello scorso anno e le cifre ancora più basse dei sondaggi successivi. “Finisce l’inverno dello scontento”, twitta con efficacia Paolo Gentiloni.

Il calcolo che viene fatto, però, non è tanto in termini assoluti per il risultato della lista aperta, scelta che comunque “si è rivelata vincente”, come sottolinea Zingaretti nella sua prima dichiarazione post voto, dicendosi per questo “molto soddisfatto”. Quello che interessa di più i dem è il confronto con gli avversari. “Il bipolarismo è tornato a essere centrato sulla forza elettorale e la presenza del Pd”, scandisce il segretario. Se fino a qualche mese fa i commentatori scommettevano su un dualismo praticamente esclusivo tra Lega e M5S e davano il Pd praticamente per morto, oggi il quadro è totalmente diverso.

Le proiezioni che si susseguono nella tarda serata confermano quanto già prospettato dagli exit poll: il sorpasso sul Movimento può essere considerato realtà. L’ampio divario delle politiche (14 punti), allargatosi ancora di più nei mesi successivi, è stato definitivamente colmato. Basterebbe quest’ultimo dato a regalare un sorriso ai dem.

E al Nazareno guardano con attenzione anche all’andamento di +Europa e Verdi, possibili alleati in una coalizione di centrosinistra rinnovata: la somma non raggiunge ancora il 30%, né tanto meno il risultato della Lega, ma comincia ad avvicinarsi. Tanto che Roberto Morassut si spinge a dire che “il Pd è pronto ad affrontare...

Continua a leggere su HuffPost