Ostia: trovato in spiaggia mucchio di siringhe, un messggio?

Sis

Roma, 30 giu. (askanews) - "Dopo vetri rotti e chiodi arrugginiti, sulle spiagge libere di Ostia, compare anche un cumulo di siringhe usate. Un caso molto strano, visto che - come spiega chi si occupa da anni della pulizia di quel tratto di litorale - in tre anni stata trovata soltanto una siringa. Dopo anni di 'vagliature' meccaniche e manuali, cos si chiamano le operazioni di separazione dei rifiuti sulle spiagge, in cui al massimo venivano trovate cartacce e rifiuti alimentari, nell'ultimo fine settimana, pensate, gli operatori ne hanno raccolto decine e decine". Lo denuncia su Fb un post del gruppo capitolino del M5S.

Un ritrovamento che, "a prescindere da chi sia materialmente responsabile, apre interrogativi poco entusiasmanti. O si davanti ad un improvviso aumento dei casi di tossicodipendenza o qualcuno ha volontariamente sversato questo genere di rifiuto, particolarmente vistoso, per creare un problema", spiega il M5S capitolino.

"Che sia un messaggio per l'amministrazione che, per prima e dopo decenni, ha abbattuto il "lungomuro" di Ostia? - si chiedono i consiglieri - Per chi crede che il mare sia un diritto e non un privilegio per pochi? Di certo non ci lasceremo intimidire e andremo sempre avanti, #AtestaAlta".