Otto anni dopo l'abbattimento del volo Malaysian MH17 è ancora una ferita aperta

Andrey Stenin / Sputnik / Sputnik via AFP

AGI - Otto anni dopo la ferita dell'abbattimento di un aereo malaysiano nei cieli dell'Ucraina è ancora una ferita aperta. E anche se non c'erano ucraini a bordo del volo MH17 partito da Amsterdam alla volta di Kuala Lumpur, per il presidente Volodymyr Zelensky quanto accaduto il 17 luglio del 2014 è la prova della impunità di cui gode la Russia, considerata responsabile dell'abbattimento a conclusione di un'inchiesta internazionale.

"Nell'ottavo anniversario dell'incidente aereo MH17, i nostri pensieri sono con i parenti e gli amici di coloro che sono stati uccisi impunemente dalla Russia. Attualmente, la Russia continua a seminare dolore e morte sul suolo ucraino. Ma niente resterà impunito! Ogni criminale sarà assicurato alla giustizia!" ha dichiarato il presidente ucraino in un tweet per ricordare il disastro aereo nel quale persero la vita 298 persone.

"L'Ucraina rimane ferma nel suo impegno nel ricercare verità, giustizia e responsabilità per l'abbattimento del volo MH17", ha aggiunto in una nota del ministero degli Affari esteri dell'Ucraina.  Il volo Malaysia Airlines fu abbattuto da un missile di fabbricazione russa nei cieli dell'Ucraina orientale, all'epoca al centro del conflitto tra le forze separatiste russe e Kiev.

"Abbiamo piena fiducia nel procedimento penale indipendente, aperto e imparziale contro i presunti colpevoli nella Procura nazionale olandese e nel procedimento di responsabilità dello Stato presso l'Organizzazione per l'aviazione civile internazionale", si legge ancora nella nota del Paese oggi in guerra con la Russia. Le presunte responsabilità di Mosca sul destino del MH17 non vengono date per certe - come invece fatto nel tweet pubblicato questa mattina da Zelensky - ma la diplomazia di Kiev ha sottolineato che "l'invasione russa in Ucraina è senza dubbio un momento difficile e doloroso per le famiglie e i cari delle tragiche circostanze che circondano l'abbattimento del volo MH17".

"Anche se nulla può riportare indietro coloro che hanno perso la vita, o diminuire il dolore e l'angoscia subiti dalle loro famiglie e dai loro cari, è imperativo perseguire la responsabilità e garantire che un incidente cosi' tragico non si ripeta più", ha concluso il ministero degli Esteri ucraino.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli