Oxfam: "l'aiuto Ue per l'Africa ostaggio della fortezza Europa" -6-

vgp

Roma, 30 gen. (askanews) - Aiuti condizionati alla riduzione dei flussi migratori

Il rapporto denuncia inoltre la gravità di un approccio di fondo preoccupante, dal momento che il successo dei progetti di sviluppo è sempre di più misurato in base a quanto riesce a contenere le migrazioni e non in base ai benefici che genera per le comunità nei diversi paesi (5). Quando la strategia di sviluppo è legata a obiettivi di politica interna europea, si perde di vista la centralità che devono avere la resilienza, lo sviluppo economico e la mobilità umana, fattori chiave per contribuire a migliorare la vita delle persone in Africa.

"La mobilità umana e lo sviluppo sostenibile vanno di pari passo. Quando le persone hanno la possibilità di viaggiare e lavorare, diventano possibili l'innovazione, la crescita economica, lo sviluppo e la resistenza ai rischi. - ha aggiunto Pezzati - Tuttavia, molti progetti nell'ambito del Trust Fund fanno più male che bene, ostacolando attivamente la migrazione invece di riconoscerne le cause. Inoltre, questa pressione sta causando notevoli tensioni tra l'Unione Europea e le nazioni africane, limitando il potenziale diplomatico dell'Europa di promuovere la democrazia, il rispetto dei diritti umani e lo spazio di partecipazione civile in paesi estremamente fragili".

(Segue)