Oxfam: in migliaia in Iraq rischiano di restare senza aiuti -3-

Ihr

Roma, 9 gen. (askanews) - Di fronte all'attuale escalation di tensione nell'area, Oxfam chiede a tutte la parti in conflitto di mettersi al lavoro immediatamente per costruire una pace duratura nell'area e evitare che persone che hanno già subito gli effetti di decenni di guerre siano colpite da ulteriori sofferenze.

"L'impatto di un altro conflitto regionale in Medio Oriente sarebbe catastrofico per decine di milioni di civili e porterebbe ad un punto di rottura l'attuale sistema di aiuto umanitario nell'area, che sta già facendo fronte ad un'emergenza dopo l'altra da anni, con un altissimo numero di sfollati, che dipendono dagli aiuti per poter sopravvivere - aggiunge Sansone - Basta guardare i numeri. In Medio Oriente e Nord Africa oltre 18 milioni di persone sono già state costrette a lasciare la propria casa a causa della violenza e delle persecuzioni: sono oltre un quarto di tutti gli sfollati e rifugiati nel mondo. L'Iran da solo ospita quasi un milione di rifugiati dall'Afghanistan, dove la guerra, iniziata quasi 20 anni fa, sembra non avere mai fine".(Segue)