Oxfam: oltre 52 mln a rischio in Africa per effetti climatici -3-

Dmo/Red

Roma, 8 nov. (askanews) - Insomma una situazione sempre più fuori controllo e vicina ad un punto di non ritorno, di fronte a cui la comunità scientifica internazionale ha già ampiamente dimostrato quanto all'origine dell'intensificarsi di eventi meteorologici estremi, ci siano proprio i cambiamenti climatici. È solo di qualche giorno fa uno studio firmato da 11.000 ricercatori di 153 Paesi, tra cui circa 250 italiani, pubblicato dalla rivista BioScience, in cui si avverte che la Terra è in piena "emergenza climatica", e di questo passo "indicibili sofferenze umane" saranno inevitabili.

Ebbene in 18 paesi africani, avverte Oxfam, la febbre del pianeta è altissima da 10 anni e le sofferenze umane sono già inimmaginabili.

IL COSTO DELL'EMERGENZA CLIMATICA In parallelo, in termini economici - senza contare il costo delle ultime crisi - si registrano perdite per 700 milioni di dollari dovute all'emergenza climatica negli ultimi 10 anni e pochi fondi raccolti a livello globale per fronteggiare l'impatto dei danni subiti. Pur contribuendo solo per il 5% all'emissione di gas climalteranti in atmosfera, l'Africa è il continente più colpito dall'emergenza climatica.(Segue)