Oxfam: in Paesi G7 al 20% dei lavoratori più poveri solo 5% reddito -5-

Cos

Roma, 22 ago. (askanews) - Sul mercato del lavoro ancora oggi le prime ad essere colpite dalle più gravi disparità sono le donne sia per le differenze salariali, che per mansioni svolte e tipologie di contratti applicati. Basti pensare che in Italia, ad esempio, il 33% delle donne occupate ha un lavoro part-time, un dato che scende al 9% per gli uomini. Un divario riscontrabile in tutti i Paesi del G7, ancor più accentuato per il part-time involontario, riconducibile in parte alla carenza di politiche di sostegno adeguate all'occupazione femminile stabile, a fronte del lavoro di cura gratuito di cui le donne si fanno maggiormente carico. (Segue)