Oxfam: "In Yemen in arrivo un nuovo tremendo picco di colera" -2-

Coa

Roma, 11 mar. (askanews) - "Mentre il sistema sanitario è ormai al collasso, con solo la metà delle strutture in funzione in tutto il paese a causa dei bombardamenti e degli scontri degli ultimi anni, il numero di contagi potrebbe aumentare con l'arrivo della stagione delle piogge in aprile", ha detto Paolo Pezzati, policy advisor per le emergenze umanitarie di Oxfam Italia. "Sarebbe l'ennesimo colpo per un popolo che ha già sofferto orrori indicibili".

Dopo aver registrato nel 2017 il più alto numero di casi di colera, il nord dello Yemen, rimane la zona a maggior rischio per la quasi totale mancanza di fonti d'acqua pulita, soprattutto nei cinque governatorati di Sana'a, Hajjah, Hudaydah, Taiz e Dhamar. Un'epidemia che quindi dall'aprile del 2017 - quando sfuggì subito dal controllo contagiando 360 mila persone nei primi tre mesi - continua a dilagare nel Paese con il numero di casi che sono tornati a salire l'anno scorso, dopo una leggera flessione nel 2018.(Segue)