P. civile: ancora temporali in estensione al centro-sud adriatico

red/sav

Roma, 2 set. (askanews) - La perturbazione di origine atlantica, già attiva sulle nostre regioni settentrionali con precipitazioni temporalesche, interesserà nel corso della prossima notte, gran parte delle regioni centro-meridionali peninsulari, in particolar modo quelle del medio e basso versante adriatico.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri e che prevede dalla notte di oggi il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Emilia-Romagna e Marche.

Dalle prime ore di domani si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio orientale, Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per domani allerta arancione su gran parte dell'Abruzzo e del Molise e sulla Puglia settentrionale; allerta gialla sui restanti bacini abruzzesi e pugliesi, oltre che in Calabria, Basilicata, parte dell'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Sicilia, Umbria, Veneto e sui settori occidentali del Molise per rischio idraulico, idrogeologico e temporali.