P. Civile: rientrati in Italia i due Canadair inviati in Libano

Red/Apa

Roma, 16 ott. (askanews) - I due canadair CL 415 decollati ieri pomeriggio da Ciampino alla volta del Libano, dove vasti incendi stanno interessando il Paese, sono stati costretti a rientrare in Italia a causa di condizioni meteo avverse incontrate durante il viaggio. Il rientro si è reso fondamentale per non mettere in pericolo la sicurezza degli equipaggi e dei mezzi.

Nel frattempo il cambiamento delle condizioni meteo-climatiche stanno rendendo la situazione degli incendi affrontabile con mezzi e risorse libanesi e infatti nel corso della nottata di ieri il Paese ha formalizzato il cessate esigenze, dichiarando di non aver più bisogno dell'intervento dei due velivoli italiani messi a diposizione nell'ambito del progetto europeo RescEu-IT. In tutte le fasi la missione italiana ha potuto far affidamento sulla tempestiva e piena collaborazione del personale dell'Ambasciata italiana in Libano.

Il progetto unionale prevede due Canadair dislocati sul territorio italiano, se non impiegati per le necessità nazionali, possono essere attivati, su richiesta di Bruxelles, in uno degli altri Paesi dell'Unione Europea che dovessero trovarsi in situazioni di criticità. RescEu-IT assicura risorse aggiuntive a sostegno dei Paesi impegnati a rispondere a catastrofi di particolare entità, anche al di fuori dell'Unione Europea.