Pac, Patuanelli "La condizionalità deve essere elemento fondante"

·1 minuto per la lettura

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) - "Credo sia necessario che ciascuno Stato membro, il Parlamento europeo e la Commissione europea negli ambiti di loro competenza facciano dei passi indietro per fare alcuni passi avanti tutti assieme". Questo il commento del ministro delle Politiche agricole e alimentari Stefano Patuanelli rilasciato ai giornalisti a margine delle discussioni sulla riforma della Politica agricola comune al Consiglio agricoltura e pesca a Bruxelles. "È necessario chiudere l'accordo sulla nuova Pac post 2020, comprendere le esigenze dei sistemi agricoli dei diversi Stati e fare uno sforzo sull'architettura verde e sulla condizionalità sociale", che sono "i due elementi ancora in discussione". Patuanelli ha poi aggiunto che "il dibattito va avanti" e "da parte nostra c'è la massima disponibilità a trattare su diversi argomenti", ma l'elemento della condizionalità deve essere "un elemento fondante della nuova Pac". Il ministro è fermo anche sulla necessità che "vengano garantiti i diritti dei lavoratori" e al contempo "non vengano introdotte misure penalizzanti dal punto di vista burocratico per le aziende e per gli Stati membri".

(ITALPRESS).

alp/sat/red

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli