Pacifico meridionale, registrato un contagio da coronavirus

·1 minuto per la lettura
primo caso covid wallis futuna
primo caso covid wallis futuna

Sull’isola di Wallis e Futuna, nell’arcipelago del Pacifico meridionale, si registra un primo caso covid dall’inizio della pandemia. La persona ricoverata in ospedale al momento non presenta sintomi gravi. Si indaga sulle origini del virus, e si teme che possa trattarsi di una nuova variante del virus.

Primo caso covid a Wallis e Futuna

A Wallis e Futuna, arcipelago francese situato nell’oceano Pacifico meridionale, si registra il primo caso covid. Fino a oggi infatti il piccolo arcipelago non aveva mai dovuto affrontare la pandemia, ma ora si trova anch’essa a fare i conti con il coronavirus.

Il governo insulare deve già affrontare da mesi il problema dell’alto tasso di obesità e diabete che colpisce la popolazione. Per questo motivo ha deciso di correre ai ripari.

Il territorio vive una situazione nuova. Le autorità politiche, amministrative e religiose si mobilitano per garantire la protezione della popolazione“. Così ha detto Hervé Jonathan, amministratore e prefetto dell’arcipelago.

Al momento si contano con il contagocce le notizie che giungono dall’arcipelago. Si sa che la persona contagiata si trova in ospedale, ma non pare accusare sintomi gravi. Si indaga tuttavia sulle origini del virus. Secondo i primi rilevamenti pare che possa trattarsi di una variante sconosciuta.

Il governo ha deciso di attuare le prime misure di contenimento. Prevista la mascherina obbligatoria negli spazi aperti. Chiuse tutte le scuole e le attività commerciali come bar, pub e ristoranti. Sospesi tutti i voli da e verso le isole dell’arcipelago.