Padel: Carraro, 'Premier P1 a Milano fornirà migliore esperienza professionale di gioco'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 ott. (Adnkronos) – Il 2022 sarà ricordato come l’anno del definitivo boom del padel in Italia, ma anche del cambio di denominazione della Federazione Italiana Tennis in Federazione Italiana Tennis e Padel, che diventerà ufficiale a inizio 2023. La ciliegina sulla torta? Il Premier Padel P1 che dal 5 all’11 dicembre porterà migliaia di appassionati all’Allianz Cloud, impianto che a novembre ospiterà le NextGen Atp Finals di tennis e dove successivamente si esibiranno i più forti giocatori di padel del mondo, quelli che ispirano gli oltre 800mila italiani che fanno sport con una racchetta da padel. Il torneo sarà l'evento finale del 2022, in un anno che ha visto il padel diventare professionistico e globale, con eventi di livello assoluto del circuito Premier Padel in Sud America, Europa, Medio Oriente e Africa e onorando luoghi iconici del tennis mondiale come il Roland Garros e il Foro Italico, che a maggio ha ospitato uno dei Major del tour globale che fa capo alla International Padel Federation (Fip) presieduta da Luigi Carraro e sostenuto dalla Professional Padel Association (PPA), la realtà che riunisce i giocatori professionisti, e da Qatar Sports Investments (QSI), guidato da Nasser Al-Khelaifi, già presidente del Paris Saint Germain e dell'Eca, l'associazione dei club di calcio europei.

“Il Premier Padel P1 di Milano seguirà l’esempio di tutti gli eventi Premier Padel nel fornire ai giocatori la migliore esperienza professionale di gioco, ispirando allo stesso tempo i fan in Europa e nel mondo -ha spiegato il presidente della Federazione Internazionale Padel Luigi Carraro-. Non vediamo l'ora che questo torneo chiuda l'anno più incredibile per Premier Padel, il tour globale che ha spinto il presente e il futuro del padel a nuove sorprendenti vette e verso incredibili ambizioni per il futuro".

A trionfare a maggio nella tappa di Roma furono gli argentini Juan Lebron e Alejandro Galan, paragonabili -nel Psg di Nasser Al-Khelaifi, presidente di Premier Padel e proprietario del club francese-, a Messi e Mbappé. “Premier Padel ha rivoluzionato il padel professionistico, elevando e rivoluzionando ogni singolo aspetto del gioco -le parole di Al-Khelaifi-. Dalle sedi alla copertura televisiva, dai premi in denaro alle strutture mediche, mettendo i giocatori al centro di ogni decisione. Nessuno lo avrebbe immaginato qualche mese fa, e questo è semplicemente l'inizio”.