Padova, 49enne ingoia il cacciavite mentre il dentista fa un intervento di implantologia

·2 minuto per la lettura
Padova, donna ingoia il cacciavite durante un intervento di implantologia: dentista a processo
Padova, donna ingoia il cacciavite durante un intervento di implantologia: dentista a processo

È una spiacevolissima disavventura medica quella che è stata vissuta da una donna di 49 anni originaria di Padova, che a causa di una seduta dal dentista per un intervento di implantologia, è finita in ospedale dopo aver ingoiato un piccolo cacciavite lungo circa due centimetri e mezzo. Ecco tutti i dettagli su questa vicenda.

Padova, donna ingoia un cacciavite durante un intervento di implantologia: medico a processo

Era febbraio del 2017, una donna di Padova decide di approfittare di una promozione trovata online e di usufruire di un pacchetto di sconti messo a disposizione da uno Studio dentistico di San Giorgio Delle Pertiche per effettuare un intervento di implantologia.

Il giorno dell’operazione, la donna si reca presso lo studio e si sottopone all’intervento, tutto sembrava procedere bene, fino a quando il dentista non ha perso di mano il piccolissimo cacciavite che sarebbe servito per installare il perno dell’impianto e la signora l’ha inevitabilmente ingoiato.

Donna ingoia cacciavite durante un intervento di implantologia: cosa le è successo dopo?

Dopo quanto le è accaduto nella sala operatoria del dentista, la donna è stata rassicurata dal medico, il quale non le ha consigliato di recarsi in pronto soccorso, ma solo di assumere alcuni farmaci da lui prescritti, che l’avrebbero aiutata ad espellere in modo naturale il piccolo strumento.

Da quel momento è iniziato il calvario della 49enne, che ha cominciato a sentirsi male e si è dovuta recare in Ospedale per ottenere le cure necessarie. Dopo aver sottoposto la donna ad una radiografia del ventre, i medici hanno individuato il mini cacciavite e hanno prescritto alla donna un purgante, che le consentisse di espellere il corpo estraneo e l’hanno dimessa con una prognosi di cinque giorni.

Come se non bastasse, una volta espulso lo strumento odontoiatrico, la donna ha cominciato a soffrire di febbre, vomito e anoressia. Tutti fattori che hanno costretto la donna ad accedere per altre due volte al pronto soccorso.

La causa avviata dalla donna contro il dentista: tutti i dettagli

Mauro Scaravelli, il dentista di 63 anni, che è la causa delle diverse problematiche di salute accusate dalla donna di 49 anni, in seguito all’intervento di implantologia da lui condotto, è finito a processo.

La 49enne ha infatti deciso di denunciare Scaravelli per lesioni lievi e così il dentista è finito davanti al Giudice di pace Cecilia Bagni, nella prossima udienza fissata per il 22 settembre 2022 sarà il turno della difesa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli