Padova Capitale Europea Volontariato 2020 ricorda Silvia Romano

Bnz

Padova, 7 feb. (askanews) - Sono migliaia i volontari che da tutta Italia e non solo hanno raggiunto Padova per partecipare alla cerimonia inaugurale di Padova Capitale Europea del Volontariato 2020, una tre giorni di eventi, tavoli di lavoro e convegni dedicati al tema del volontariato. Tra gli ospiti intervenuti nella mattinata condotta da Riccardo Bonacina, Fondatore di Vita Non Profit e l'attrice Lella Costa alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, vi sono stati la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti casellati, il ministro Federico D'Incà, il Sindaco di Padova Sergio Giordani, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, la Portavoce del Forum del Terzo Settore Claudia Fiaschi, Carlo Borgomeo Presidente Fondazione Con il Sud, Don Dante Carraro fondatore Direttore di Cuamm, Domenico De Maio Direttore Generale Agenzia Nazionale Giovani e l'ex Magistrato Gherardo Colombo. "Il volontariato non ama il clamore, non gradisce la riconoscenza, preferisce l'operoso silenzio, ma quando abbiamo condiviso con il Sindaco di Padova la possibilità di candidare la nostra città a Capitale Europea del Volontariato eravamo convinti che ciò ci avrebbe permesso di far emergere la grande funzione educativa e culturale che rappresenta oggi il volontariato italiano", è con queste parole che ha preso avvio il saluto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella da parte di Emanuele Alecci, Responsabile del Comitato Padova Capitale Europea del Volontariato e Presidente CSV Padova. Alecci ha inoltre ricordato nel corso del suo intervento le grandi figure del volontariato italiano - da Don Giovanni Nervo a Maria Eletta Martini, "madre" della prima legge dedicata al volontariato (1991) - che sono ancora oggi autentici testimoni e guide.

(Segue)