Padova Capitale Europea Volontariato 2020ricorda Silvia Romano -2-

Bnz

Padova, 7 feb. (askanews) - Rivolgendosi al presidente Mattarella il Responsabile del Comitato Padova Capitale Europea del Volontariato ha evidenziato come "vogliamo essere tra i primi a impegnarci a ricucire il Paese. Una ricucitura che contamini l'Europa in un momento in cui essa è messa in discussione e perde un pezzo fondamentale, molti muri sono caduti e siamo impegnati perché non se ne formino di nuovi". E ancora: "crediamo che la ricucitura possa partire dalla pace, dalla giustizia sociale e dall'impegno di milioni di cittadini che ogni giorno operano spesso silenziosamente nelle nostre comunità".

Un pensiero particolare Emanuele Alecci lo ha rivolto a Silvia Romano, la volontaria italiana rapita in Somalia un anno e mezzo fa "siamo tutti in apprensione per lei, come siamo in apprensione per i tanti volontari e cooperanti rapiti. Vogliamo ricordarli. Il loro impegno e il loro volontariato non è avventatezza ma è scelta matura di giustizia e di pace''. Stefano Tabò- Presidente nazionale CSVnet- ha ricordato nel corso del suo intervento come alla presenza del Capo dello Stato e delle autorità convenute vi fosse: ''una presenza pulsante che attraversa l'Italia tutta, autorizzando ad ampliare il perimetro del nostro futuro possibile. Si tratta- per Tabò- "di assumere prospettive utili ad uscire dalla duratura crisi socio-economica, indotta da un modello di società capace solo di estrarre valore dalle cose e dalle persone e non di rigenerarlo attraverso gratuità, dono, relazione, cultura e bellezza".