Padova, si risveglia dal coma e parla con l'accento slavo

·2 minuto per la lettura
(Photo by Stefano Mazzola/Awakening/Getty Images)
(Photo by Stefano Mazzola/Awakening/Getty Images)

A Padova un uomo di 50 anni si è risvegliato dal coma dopo aver avuto un ictus, ma si è ritrovato a parlare con accento slavo. Si tratta di un caso rarissimo: in tutta la letteratura medica sullʼargomento, dal 1800 a oggi, su 115 casi si contano solo 3 persone colpite da ictus allʼemisfero cerebrale destro con sindrome da accento straniero al risveglio.

E proprio quello di Padova è il terzo caso nel mondo, il primo in assoluto in Italia. Il paziente “speciale” è stato seguito dal team guidato da Konstantinos Priftis del Dipartimento di Psicologia Generale dell'Università di Padova che ha pubblicato uno studio su "Cortex" con il titolo "Acquired neurogenic foreign accent syndrome after right-hemisphere lesion with left cerebellar diaschisis: A longitudinal study".

GUARDA ANCHE - Un virus nella mente

"A differenza di tutta la casistica riportata in letteratura negli ultimi 220 anni il paziente italiano con lesione emisferica destra e sindrome da accento straniero al risveglio è stato approfonditamente studiato per tre anni attraverso un'analisi longitudinale complessa - hanno spiegato i medici -. Il paziente, assolutamente guarito da un punto di vista clinico, ha acquisito al risveglio un accento e cadenza di origine slava sebbene non abbia mai soggiornato in Paesi con caratteristiche fonetiche di tale area geografica e non abbia avuto contatti duraturi con persone di quelle regioni".

LEGGI ANCHE: Il caso rarissimo studiato dall'Università di Padova

Ma cosa porta a parlare una lingua straniera al risveglio dal coma? La particolarità del caso è dovuta al fatto che l'area corticale posta nel lobo frontale sinistro sia quella cruciale per la produzione del linguaggio, mentre il paziente è stato colpito da ictus nella parte destra. Il paziente, dopo l'ictus, si è svegliato conservando perfettamente la lingua madre italiana, ma con un marcato accento straniero che la maggior parte di familiari e clinici hanno riconosciuto come slavo. L'aspetto sorprendente è che le altre funzioni cerebrali, inclusi tutti i restanti aspetti del linguaggio, erano intatte, mentre solo l'accento era diverso.

GUARDA ANCHE - La sindrome di Sjogren

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli