Paesi che hanno chiuso le frontiere: quali sono

paesi che hanno chiuso le frontiere quali sono

Scopri quali sono i Paesi che hanno chiuso le frontiere a causa del Coronavirus. Viaggiare all’estero non è prudente in situazioni come quella che stiamo vivendo da inizio 2020. Cresce, infatti, il pericolo di contagio, e gli Stati stanno prendendo le dovute precauzioni.

Vediamo, quindi, quali sono i Paesi che hanno deciso di bloccare le frontiere.

Paesi che hanno chiuso le frontiere

Il Coronavirus, pur non essendo un virus letale, sta allarmando tutto il mondo che, spaventato dal pericolo di contagio, inizia a chiudere i ponti con gli altri Stati.

Anche l’Italia è presa di mira dal virus e, per tale motivo, diversi Paesi hanno deciso di cancellare voli da e per l’Italia.

Ma vediamo quali sono i Paesi che hanno chiuso le frontiere.

aeroporto

La lista dei Paesi

Ad aver limitato i viaggi da e per l’estero sono:

  • Seychelles, le autorità locali hanno vietato a tutte le compagnie aeree con voli diretti alle Seychelles di imbarcare passeggeri che siano stati in Italia, Cina, Sud Corea e Iran negli ultimi 14 giorni
  • Giordania, ha deciso il divieto di ingresso ai viaggiatori provenienti dall’Italia, dalla Cina, Corea del Sud e Iran
  • Gran Bretagna, che chiede l’autoisolamento a chi fa ritorno dal Nord Italia
  • Iraq, che ha stabilito il divieto di ingresso al Paese per i viaggiatori in arrivo da Cina, Iran, Italia, Thailandia, Corea del Sud e Singapore
  • Mauritius vieta l’ingresso agli italiani
  • Bulgaria, ha sospeso i voli da e per Milano fino al 27 marzo
  • Turkmenistan nega l’ingresso al Paese ai cittadini stranieri provenienti da paesi europei nei quali si sono accertati casi di infezione da coronavirus
  • Kuwait, sospende i voli da e per l’Italia, la Corea del Sud e la Thailandia

Le misure degli altri Paesi

Altri Paesi, pur non chiudendo le frontiere, sconsigliano ai propri cittadini di recarsi nei punti in cui sono presenti casi di Coronavirus.

Inoltre, da alcuni stati sono state adottate delle nuove soluzioni per aumentare la sicurezza dei trasporti.

I Paesi che sconsigliano i viaggi sono:

  • Australia
  • Olanda
  • Argentina, che ha inoltre stabilito che i voli in provenienza da Roma sarebbero stati dirottati verso una piattaforma speciale per la applicazione di uno specifico protocollo
  • Qatar
  • Romania, che impone la quarantena a coloro che arrivano dalle aree in cui vi sono casi di Coronavirus
  • Samoa, che impone la quarantena di 14 giorni e sottoporrà a screening sanitari obbligatori i viaggiatori che provengono dalle zone colpite dal Coronavirus
  • Israele, impone l’autoquarantena per tutti quelli che nell’ultimo periodo hanno viaggiato nelle zone dove è presente il Coronavirus
  • Croazia, che stabilisce che tutte le persone provenienti dall’Italia verranno sottoposte a verifiche relative a località di origine, destinazione e durata della permanenza nel Paese. Chi proviene dalle quattro regioni italiane considerate a rischio (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) sarà sottoposto a controlli sanitari. Le persone che presentano sintomi influenzali, come febbre e tosse, verranno immediatamente messe in isolamento nei reparti di infettivologia costituiti ad hoc
  • Brasile, adotterà procedure di controllo sugli aerei con ispettori dell’agenzia che saliranno a bordo dell’aereo