Paesi europei con meno tasse: informazioni utili

Paesi europei con meno tasse informazioni utili

Quali sono i paesi europei con meno tasse? Abbiamo creato una classifica che raccoglie i paesi dell’Eurozona con la tassazione più bassa.

Paesi europei con meno tasse

La pressione fiscale è un tema che interessa molto i cittadini, che cercano i posti migliori in cui vivere e per pagare meno tasse.

Sono tanti, inoltre, i cittadini italiani che si lamentano dell’elevata tassazione. Tuttavia, il nostro paese non è lontana dal podio di questa interessante classifica.

Vediamo, quindi, quali sono i paesi in cui si pagano meno tasse in Europa.

tasse

I criteri

Il peso delle tasse, nella classifica viene calcolato dal rapporto del gettito fiscale totale e il PIL del paese. In tal modo, si evidenzia quanta parte della ricchezza di un popolo viene imposta dal rispettivo Stato.

Naturalmente, dalla classifica sono stati esclusi gli stati non appartenenti all’UE tra cui Regno Unito, Moldavia, Macedonia del Nord, Albania, ed altri ancora.

Vediamo, quindi, la classifica.

La classifica

I paesi che pagano meno tasse, in Europa, sono:

  1. Irlanda, con il 23% di tasse
  2. Romania, con il 27,7% di tasse
  3. Bulgaria, con il 27,8% di tasse
  4. Slovacchia, con il 29,5% di tasse
  5. Lettonia, con il 30,4% di tasse
  6. Irlanda, con il 30,8% di tasse
  7. Estonia, con il 32,3% di tasse
  8. Polonia, con il 33,8% di tasse
  9. Malta, con il 35,2% di tasse
  10. Repubblica Ceca, con il 36,3% di tasse
  11. Lussemburgo, con il 36,5% di tasse

Le tasse più basse in Europa si pagano in Irlanda che è, inoltre, uno dei Paesi in cui anche le imprese pagano meno tasse. Qui, infatti, l’aliquota per le persone giuridiche è ferma al 12,5%.

In questo caso, anche le tasse pagate in Spagna sono di gran lunga inferiori a quelle italiane.

La Francia, invece, è il Paese europeo dove la tassazione (tasse sul reddito e contribuzione sociale) è più elevata. L’Italia resta ferma al settimo posto.

La classifica della pressione fiscale in Europa in rapporto al PIL, ovvero in cui si pagano più tasse, è:

  1. Francia la pressione fiscale è al 48,4%
  2. Belgio con il 47,2%
  3. Danimarca, con il 45,9%, in calo
  4. Svezia, con una tassazione al 44,4%, in calo
  5. Austria, con il 42,8%
  6. Finlandia con il 42,4%, in calo
  7. Italia con il 42%, in lieve calo rispetto al precedente 42,1%

In generale, quindi, le tasse più alte si pagano in Francia, mentre il Paese in cui si pagano meno tasse in Europa è l’Irlanda. L’Italia si ferma al settimo posto.

La media europea, quindi, si aggira intorno al 40,3%. Rispetto al 2017, la pressione fiscale è salita nella maggior parte dei Paesi, in particolare in Lussemburgo, che da 39,1% nel 2017 è passata al 40,7% nel 2018, e Romania che da 25,8% è passata a 27,1%.

Infine, per quanto riguarda la sola imposta sul reddito, in testa resta la Danimarca con il 28,9%, seguita da Svezia al 18,6%, il Belgio al 16,8%, Lussemburgo 16,4%, Finlandia 15,9% e Italia con il 14,1%.