Paesi europei raggiungono con Usa accordo fiscale su servizi digitali

·1 minuto per la lettura

PARIGI (Reuters) - Austria, Gran Bretagna, Francia, Italia, Spagna e Stati Uniti hanno raggiunto un accordo per il passaggio dalle attuali imposte sui servizi digitali contestate da Washington alla nuova soluzione multilaterale.

Lo hanno annunciato i Paesi in una dichiarazione congiunta.

L'accordo è stato raggiunto dopo che quasi 140 paesi hanno trovato un'intesa all'inizio di questo mese sulle nuove norme per la tassazione internazionale delle imprese, da attuare nel 2023, che sostituiranno le attuali tasse sui servizi digitali applicate da alcuni Paesi.

"Questo compromesso rappresenta una soluzione pragmatica che aiuta a garantire che i Paesi citati possano concentrare i loro sforzi collettivi sulla riuscita attuazione dello storico accordo del Quadro Inclusivo OCSE/G20 su un nuovo regime fiscale multilaterale e consente la cessazione delle misure commerciali adottate in risposta alle imposte sui servizi digitali", si legge in una nota del Tesoro italiano.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli