Paesi G7 chiedono ritorno a ordine costituzionale in Tunisia

·1 minuto per la lettura
Il presidente tunisino Kais Saied presta giuramento a Tunisi

TUNISI (Reuters) - Gli ambasciatori del gruppo G7 hanno esortato il presidente tunisino a nominare con urgenza un nuovo capo di governo e a tornare all'ordine costituzionale in cui un parlamento eletto svolge un ruolo significativo.

La dichiarazione, diffusa dall'ambasciata britannica sui social media, è la più significativa espressione pubblica di disagio da parte degli alleati occidentali della Tunisia da quando il presidente Kais Saied ha assunto i poteri a luglio con quello che i suoi oppositori hanno definito un colpo di Stato.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli